cartamodelli · cucito · sartoria · strumenti del mestiere

Maglia di Jersey con fiocco: recensione della TagliaCuci Singer 14SH754 e di Modellina facile autunno 2014

Buongiorno a tutte! Questa domenica sono più mattiniera del solito perché il passaggio da ora legale a ora solare mi ha regalato un’ora in più di sonno. Alla domenica sono molto lenta a carburare, devo ricaricarmi dopo una settimana di fatiche. Nella prossima vita voglio aver il dono di quelle persone che non sono mai stanche e vivono benissimo con 5 ore di sonno a notte (ciao Elena!).

Prima di entrare nell’argomento del post, vorrei segnalarvi la mia intervista su Supercut.it, in cui parlo un po’ di me, della mia passione per il cucito e di come la gestisco. E’ il primo riconoscimento ottenuto da questo blog, dopo solo 4 mesi dalla sua apertura e ne vado davvero orgogliosa.

Ma veniamo a noi. Appena portata a casa la Taglia e Cuci ho avuto il bisogno irrefrenabile di metterla alla prova sul Jersey, stoffa che ho evitato con cura fino a quel momento insieme a tutte le sue cugine elasticizzate (salvo l’infinity dress, realizzato in lycra). Sono andata al mercato e mi sono procurata uno scampolo di Jersey in mista lana, in modo da limitare al minimo i possibili danni. Dato che un solo esperimento mi sembrava poco, ho anche testato la macchina con un modello preso da Modellina facile Simplicity – autunno 2014, rivista che non avevo mai trovato in edicola prima, di cui non conoscevo taglie e vestibilità. Ho utilizzato una taglia 42 che ho dovuto stringere un po’ in vita (3 cm per lato) in corrispondenza della baschina.

DSC_0644r

La particolarità dei modelli presenti su Modellina (molto graziosi e semplici da realizzare grazie alle istruzioni davvero chiare), sta nel fatto che includono già 1,5cm di margini di cucitura: vanno quindi tagliati a filo del cartamodello. Non mi era mai capitato di cucire modelli che includessero i margini di cucitura prima (tipico dei cartamodelli americani), ed ero parecchio timorosa nel taglio perchè mi scocciava non poter dare il margine che volevo e poi accorciarlo in un secondo momento. Superato questo blocco psicologico ho imbastito il modello e mi sono avvicinata alla taglia e cuci. Devo dire che anche l’irreversibilità della cucitura overlock dovuta al taglio mi ha creato un po’ d’ansia, ma chi mi conosce bene sa che di secondo nome faccio ansia, quindi niente di allarmante.

Ho provato la tensione prima su un’avanzo di stoffa: per un jersey pesante ho impostato la tensione dell’overlock a tre fili

  • ago destro (verde) : 4
  • Crochet superiore (arancio): 3
  • Crochet inferiore (Giallo): 4
IMG_0471
la nuova arrivata

La macchina Taglia e Cuci mi ha soddisfatto molto: infilata correttamente (se avete problemi con questa operazione leggete qui) impostata la tensione giusta (nello stesso post trovate anche lo schema delle tensioni)  la cucitura è regolare e non da problemi. La macchina nel complesso si comporta bene, il trasporto procede e la stoffa non si ammucchia. Ho promosso l’acquisto con un bel 7: certo è più “plasticosa” rispetto alla mia pfaff lineare, il pedale non è così sensibile e basta schiacciare leggermente che la cucitura parte velocissima, ma complessivamente, la macchina fa il suo dovere e per il suo prezzo non potevo davvero pretendere di meglio. Per un utilizzo domestico  da hobbista (il mio caso) quindi è perfetta e vale il detto Poca spesa tanta resa.

IMG_0472
All’opera

Anche i modelli di Modellina Facile (Simplicity) si meritano la promozione con un 7: sono semplici, graziosi e soprattutto spiegati benissimo. Il giornale infatti da tantissimo spazio alla spiegazione dei modelli piuttosto che alle fotografie.

DSC_0648
il numero di Modellina Facile e i fogli tracciati

Dello stesso modello presenta sempre diverse varianti (questo top c’è anche senza maniche, a maniche corte e con un diverso drappeggio davanti), e non tutte sono fotografate, ma illustrate con disegni molto chiari e carini a lato della fotografia.

DSC_0650
Il modello presentato nelle diverse varianti

Personalmente preferisco avere meno fotografie ma spiegazioni chiare passaggio per passaggio e illustrate da disegni. Bisogna solo destreggiarsi tra le spiegazioni di diverse varianti (sono presentate tutte insieme), ma non è nulla di complicato anzi, si capisce bene. Anche il fatto che i margini di cucitura sono inclusi non è un problema.

DSC_0652
Esempio delle spiegazioni della confezione.

Un difetto della rivista a mio avviso è il foglio tracciati: in soli due colori (nero e rosso) è poco chiaro e non basta seguire il colore ma bisogna verificare di ricalcare i pezzi contraddistinti dal numero indicato. Le scritte sul foglio tracciati son in tedesco così come le taglie, mentre sulla rivista la tabella e l’indicazione delle taglie corrispondono a quelle italiane: io ho ricalcato una 42 dopo aver consultato la tabella, seguendo il tracciato indicato; tuttavia sul foglio tracciati, dove si indicava la taglia, era indicata come 40.

Un’altro pregio è sicuramente il fatto che molti modelli sono disponibili anche per taglie superiori alla 46: non sono relegate alla sola sezione “taglie forti”.

DSC_0653
Altre due pagine del giornale

Questi sono i disegni tecnici dei modelli sul numero autunno 2014: non tutte le edicole hanno questo giornale, ma dovreste comunque riuscire a trovarlo.

DSC_0651
i disegni tecnici sono organizzati in base al tipo di capo

Come vedete la scorsa settimana ci ha regalato un bellissimo weekend di sole: così ho organizzato, con la complicità di Alessandro, un mini set fotografico nelle vigne delle Langhe. Siamo partiti attratti dal sole alla ricerca dei bellissimi paesaggi autunnali piemontesi. Le vigne erano ancora tutte verdi complice il caldo, e più che ottobre sembrava luglio. La povera maglia infatti è un po’ stropicciata perché faceva troppo caldo per indossarla da casa e me la sono portata dietro durante l’escursione, indossandola solo al momento delle fotografie. Sono ancora un po’ a disagio nel farmi fotografare, preferisco stare dietro l’obiettivo e faccio sempre espressioni stupide che non mi piacciono, ma ci sto lavorando su, pian piano mi abituerò!

DSC_0647r DSC_0639r

Spero che questo post con tantissimi contenuti diversi vi sia piaciuto: il cambio d’ora ci ha regalato una domenica più lunga e ne ho approfittato.

Un abbraccio

Ila

0 thoughts on “Maglia di Jersey con fiocco: recensione della TagliaCuci Singer 14SH754 e di Modellina facile autunno 2014

  1. anche io appena presa la taglia e cuci alla lidl ho fatto subito un paio di magliette dal taglio a trapezio, però ho utilizzato la lycra e la viscosa, per la prossima userò il jersey! Io non uso le riviste per i cartamodelli perchè li disegno da sola, però la tua è veramente carina, magari un giorno comprerò qualche rivista per prendere ispirazione 😀

    Vanessa Van
    http://vanessavanhandmade.blogspot.it

    1. Io mi son buttata subito su questo jersey di lana perché soffro molto il freddo; dato il clima clemente però non l’ho messa neanche una volta, eccetto che per fare le foto!
      Io vorrei sapermi fare i cartamodelli da sola, perché spesso sulle riviste non è facile trovare proprio il modello che si desidera: per fortuna a breve inizierò un corso di modellistica, per dare libero sfogo alla fantasia!

      Grazie per essere passata 😀

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *