cartamodelli · cucito · sartoria · tutorial

Una gonna che attraversa l’Italia – Tutorial: come attaccare il cinturino della gonna

Buongiorno ragazze,

dopo il silenzio radio dovuto al corso e a una settimana molto impegnativa in cui non mi sono neanche avvicinata alla macchina da cucire, torno oggi a presentarvi una creazione molto particolare: è una gonna a corolla che ho realizzato per un’amica (Eleonora, una bravissima Web Consultant, qui trovate il suo sito). Una volta pronta questa gonna è partita alla volta di Foggia, percorrendo 900 km. Ecco il perché del titolo!

DSC_0910

Questo è il primo modello dopo il corso di modellistica, che realizzo per qualcun altro: la distanza inoltre mi ha impedito di fare delle prove, quindi è stata una sfida ancora più ardua. Ho dovuto dissipare i miei dubbi da sola e ho incrociato le dita finché la gonna non è giunta a destinazione: per fortuna andava bene :D.  Sono molto orgogliosa quindi di quanto ho realizzato, e felice della fiducia che Eleonora ha riposto in me .

Ho impreziosito il retro con due bottoni gemelli di forma squadrata.

DSC_0912

DSC_0913

Questo modello, lo stesso che ho cucito per me in bordeaux è impreziosito da una cintura a contrasto realizzata con la stoffa pied de puole della gonna a portafoglio che avete visto 2 settimana fa: precisamente i due capi sono realizzati esattamente al contrario, qui abbiamo base nera e cintura a fantasia, nella gonna a portafoglio è la cintura ad essere nera.

DSC_0914

Dato che è la cintura il pezzo forte, quale miglior occasione di scrivere un tutorial su come attaccare il cinturino della gonna? E’ una fase molto importante della confezione, semplice se si adottano certi accorgimenti, valida per ogni tipo di gonna (anche per la gonna a ruota di questo tutorial). Prima di tutto come si realizza un cinturino? Come vedete nell’immagine sotto, il cinturino è un rettangolo alto 6-8 cm e lungo come la circonferenza vita + i cm per la chiusura (2-4 cm). Finito verrà ripiegato, risultando alto 3-4 cm. Non scegliete un’altezza maggiore per non incontrare problemi di vestibilità.
cintura - modello

Una volta tagliata la cintura e messi i punti molli dovete rinforzarla e stirarla piegata: questo vi aiuterà nelle successive fasi. Attaccate un rinforzo alto 3-4 cm sul rovescio, a ridosso dei punti molli, e stirate la striscia di stoffa piegata a metà, rovescio all’interno.

A questo punto siete pronte per cucire: prima cuciamo la cintura aperta, appoggiata dritto su dritto, col rovescio quindi verso di voi, sul davanti della gonna, in corrispondenza del lato alto dei punti molli. (le foto sono di un altra gonna interamente nera).

IMG_0913
confezione di una seconda gonna: ho dimenticato di fare le foto a quella di Eleonora di questi passaggi.

Dopodiché ripieghiamo la cintura su se stessa verso l’interno, e imbastiamo il lato interno rimboccando la stoffa. A questo punto cuciamo sull’imbastitura dal lato dritto.

IMG_0914
Una volta fatta la prima cucitura ripiego verso l’alto…
IMG_0915
…e poi all’interno, e imbastisco ripiegando i bordi dentro il cinturino.

cintura - cucitura

Bhe, direi che è tutto. Non vi resta che provare ora: questo metodo lo trovo molto efficace perchè riduce la possibilità di fare errori nel lato esterno, visibile a tutti. Infatti la doppia cucitura assicura che la stoffa non “scappi” in sede di cucutura perchè avete imbastito male il bordino ripiegato. Questo errore, se si verifica all’interno, è facilmente risolvibile con qualche punto dato a mano.

IMG_0816r

Voi avete altri modi di attaccare il cinturino? Sono curiosa!

Un abbraccio.

Ila

0 thoughts on “Una gonna che attraversa l’Italia – Tutorial: come attaccare il cinturino della gonna

  1. Che bella questa gonna, e adoro il dettaglio dei bottoni. Mi hanno ricordato la martingala (ovviamente senza fettuccia! Ma il cinturino potrebbe fare da fettuccia? Mmmh) degli abiti da sera maschili dal gusto retrò e, ovviamente, il dettaglio del retro del Frac con i due bottoni.
    E’ molto chic vedere questi dettagli su un capo femminile…

    Un bacio!

    1. Ma grazie! Sono felice apprezzi. Ci sono molti dettagli presi dall’armadio maschile che vorrei inserire, tipo le mostrine e le fogge delle divise militari. Ho una vera fissa per le divise retrò!
      Mi ha fatto molto piacere il tuo commento, davvero!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *