chiacchiere · cucito · ispirazione · sartoria

Welcome Back – racconti di viaggio e una gonna verde

Buongiorno,

Eccomi di ritorno sul blog: sono state settimane molto impegnative. Prima le ultime battute a lavoro, col cambiamento alle porte (vi dirò di più successivamente), poi siamo partiti per le vacanze (oggetto di questo post) e infine, appena rientrati eccoci all’opera con il trasloco nella casa nuova (di cui parleremo diffusamente nelle prossime settimane, in cui vi mostrerò tutto quello che ho fatto per la casa nuova.

Ma veniamo all’argomento di oggi: il viaggio in Europa. Come l’anno scorso anche quest’anno ho realizzato un capo dedicato al viaggio: una gonna verde con pieghe, in popeline stampato. Diciamo che non è molto un capo da Valigia perché si stropiccia un po’. E’ stata in buona compagnia durante il viaggio, perché ho portato anche la gonna beige e quella rossa: tuttavia è stata l’unica a vedere la luce del “sole” in giro per Zagabria, perché il meteo non è stato molto clemente, pioggia e freddo mi hanno costretto a portare i pantaloni lunghi per tutta la vacanza.

DSC_0272

 

Ma partiamo dal principio: quest’anno abbiamo deciso di avventurarci di nuovo verso Est, dopo il viaggio in Croazia dell’anno scorso. Questa volta però abbiamo scelto un’itinerario tra le città.

vacanza15

La prima tappa è stata a Postumia: dopo una giornata in macchina per attraversare l’Italia ci siamo avventurati nella visita delle grotte. Il biglietto di ingresso include il percorso col trenino e la visita guidata nelle grotte, un viaggio sottoterra di circa 2 ore. E’ una tappa imperdibile, di strada quando si va o si rientra dai Balcani o dall’Europa Centrale. Per informazioni cliccate qui.

DSC_0071-23

Il secondo giorno ci siamo spostati a Zagabria, la vivace capitale della Croazia. Abbiamo trovato una città moderna, ordinata e ricca di angoli particolari. Abbiamo visitato la città vecchia e la cattedrale e cenato con i tipici Cevapcici in un pub con musica dal vivo.

IMG_2248-1

A Zagabria ho indossato la gonna del post: in questa foto sono venuta malissimo perché stavo parlando (che strano haha!), ma non potevo non metterla!

DSC_0092-2

La cosa che mi è rimasta più impressa di Zagabria è che nella città vecchia, nel quartiere del Parlamento, c’è ancora l’illuminazione a gas: al tramonto un signore passa ad accendere tutti i lampioni.

IMG_2255

 

Da Zagabria ci siamo spostati a Budapest, dove siamo rimasti per 2 giorni: la città è divisa in due dal Danubio, Buda sulla sponda occidentale e Pest sulla sponda orientale. Abbiamo visto il Parlamento,  i palazzi di Pest, e visitato il castello e la città vecchia a Buda. Ovviamente non poteva mancare una mattina di relax alle terme. Budapest è una città molto bella, particolare che sa sorprendere. I mezzi pubblici sono efficientissimi e con la Metropolitana si puù raggiungere ogni angolo della città in un’attimo.

DSC_0117-1
Appena arrivati abbiamo subito fatto un giro sulla ruota panoramica per vedere la tutta la città.
DSC_0175
Il maestoso parlamento di Budapest
DSC_0198
Dal castello si domina tutta la città

Siamo rimasti molto colpiti da un locale nel quartiere Ebraico dai Pub in Rovine.  Szimpla Kert si trova all’interno di un vecchio edificio abbandonato, tra stanze diverse, arredamento bizzarro, e buona birra ci ha incantato. Decisamente l’angolo più strano di Budapest. Segnatevi l’indirizzo (Kazinczy utca 14), ma non portateci i bambini! 😀

IMG_2317
L’ingresso del Pub

Da Badapest siamo tornati verso Ovest, raggiungendo Vienna: la città dei meravigliosi palazzi imperiali. Ogni passo è un viaggio nel tempo nell’epoca dell’impero AstroUngarico e della Principessa Sissi.

DSC_0240 (2)

IMG_2328 (2)

Da Vienna abbiamo raggiunto l’ultima tappa prima di tornare a casa: Salisburgo. Salisburgo è più piccolina rispetto a Vienna, è costellata di meravigliosi edifici. Passeggiare per le vie della città di Mozart, è stato incantevole.

DSC_0252 (2)

IMG_2338 (2)

Dopo 6 giorni e 2530 km con la fedele Lancia Ypsilon, siamo tornati a casa, consapevoli che viaggiare è il modo migliore per arricchirsi e che tutti i sacrifici di un anno di fatiche sono premiati dalla bellezza e dalla scoperta. Viaggiare è bellissimo, e non dobbiamo mai smettere di farlo anche a casa, assaporando ogni angolo col gusto della scoperta.

DSC_0273

0 thoughts on “Welcome Back – racconti di viaggio e una gonna verde

  1. Invece sei venuta bene in foto con la gonna…bella quel verde acqua a ruota con che tessuto l’hai realizzata ? Peccato che il tempo ti costringesse a mettere i pantaloni !!! Enrica Achilli jewels.

    1. E’ un popeline stampato con dei mini fiocchi Bianchi. E’ molto facile da cucire, non sfilaccia. L’ho presa dal mio banco sul mercato di fiducia, Tessuti Severino (zona Alessandrino).
      Grazie per la foto, ora mi piaccio un po’ di più 😀
      Un bacione

  2. Che giro meraviglioso! Mi ricorda il mio viaggio on the road di questo giugno 😍
    Bellissime foto e gonna!
    Posso chiederti come hai fatto a fare la foto della mappa dove hai segnato le tappe con foto? 😍

    1. Ciao Engi, scusa per il ritardo ma vedo solo ora il tuo commento! 🙁 Ho utilizzato photoshop, incollando uno stamp di google maps e sovrapponendo tutte le immagini!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *