cartamodelli · cucito · sartoria

Un abito fresco per un settembre torrido

Ciao a tutte,

Oggi vi mostro l’abitino in batista di cotone (stoffa di Supercut) che ho indossato in questa caldissima domenica di settembre.


Come vedete fa così caldo che ho rinunciato alla frangetta… Ma saranno comunque le ultime volte che la vedrete perché ho deciso di darle lo sfratto. Si sa che quando una donna cambia acconciatura ci sono cambiamenti all’orizzonte, e il mio è la data di Nozze finalmente fissata a giugno 2017. Quindi urge far crescere i capelli per l’acconciatura!

Il planning mi sta tenendo molto impegnata ma non rinuncio a cucire e ho in mente tante novità per il blog!


Ma parliamo dell’abito: è un modello di Salme Pattern andato in saldo ai primi di agosto. Mi ha colpito per le piegoline sul corpetto. È molto semplice da cucire, una volta prestata la giusta alle pieghe. Vi consiglio di stirarle bene in modo da non aver problemi. Questo è un vestito da cucire accanto al ferro da stiro.


Il modello è adatto per stoffa leggera come il batista di cotone. Io personalmente ho dovuto stringerlo parecchio nonostante abbia tagliato la mia taglia secondo le misure della tabella (42 italiana). La parte davanti sbuffava tantissimo quindi ho scucito l’elastico e ho alzato la cucitura del punto vita per assorbire più stoffa!


Ho rifinito gli interni con lo sbieco anche se il cartamodello prevedeva la paramontura perché la stoffa è molto leggera e lo sbieco di raso mi sembra dare la giusta struttura a girocollo e giromanica.


Anche l’orlo è rifinito in sbieco.

Che ve ne pare? Voi usate cartamodelli di designer indipendenti, vi affidate alle riviste o realizzate sempre voi i modelli?

0 thoughts on “Un abito fresco per un settembre torrido

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *